de | fr | it | en
 
Pagina iniziale | Carta | Meteo | Adesione | Galleria | Contatto |
Unterkunft
de | fr | it | en
 

Suchen & Buchen

Zimmer

Alle Hotels anzeigen
Alle Ferienwohnungen anzeigen

Unterkunft buchen

Un parco naturale regionale

Nel 2002 i comuni di Binn, Ernen e Grengiols hanno lanciato il progetto «Parco paesaggistico della Valle di Binn», al quale hanno aderito successivamente i comuni di Bister, Blitzingen e Niederwald. Nove anni dopo, nel settembre 2011, l’UFAM ha conferito al progetto il marchio Parco. Quello della Valle di Binn è il primo parco naturale regionale del Vallese.
La Valle di Binn, considerata la «valle dei tesori nascosti», è conosciuta per l’abbondante presenza di minerali e per la flora e la fauna estremamente ricche. I suoi villaggi, con le case annerite dal sole, sono così ben conservati da essere inseriti a pieno titolo nell’inventario dei siti d’importanza nazionale e regionale. Questo paesaggio rurale tradizionale è tuttora conservato con grande cura e passione.

Cos’è un parco naturale regionale?

Il parco paesaggistico della Valle di Binn è un parco naturale regionale d’importanza nazionale ai sensi della legge federale sulla protezione della natura e del paesaggio (LPN). Nei parchi naturali regionali la protezione e la cura di habitat particolarmente pregiati e di paesaggi di particolare bellezza vanno di pari passo con lo sviluppo economico. Agricoltura, turismo e artigianato possono trarre beneficio dalla qualità estetica del paesaggio, ma devono al contempo preservarla. L’obiettivo è garantire un equilibrio tra conservazione e sviluppo.

L’orientamento per lo sviluppo del parco è deciso dalla popolazione locale, che viene quindi coinvolta attivamente. I parchi permettono di garantire l’autonomia economica, sociale e culturale dei comuni e delle regioni anche in un’ottica futura. Gli obiettivi dei parchi naturali regionali sono:

  • conservazione e valorizzazione della qualità naturalistica e paesaggistica

  • rafforzamento delle attività economiche sostenibili

  • sensibilizzazione e formazione ambientale

  • management, comunicazione e garanzia territoriale.

Un marchio per i parchi svizzeri

Oltre ai marchi di qualità per i prodotti, come «AOC» o «Bio», quelli per le regioni assumono un’importanza crescente. Grazie a denominazioni quali «parco paesaggistico» o «parco regionale naturale», regioni come la Valle di Binn sperano di generare nuovi impulsi economici. Il conferimento del marchio permette ad esempio di rivalorizzare il legno qualela risorsa locale rinnovabile e di promuoverne la lavorazione e l’utilizzazione nella regione.

Nel maggio 2005 gli enti responsabili e i promotori di parchi d’importanza nazionale hanno istituito la Rete dei parchi svizzeri allo scopo di proporsi quale referente unico sotto il marchio «Parchi svizzeri», coordinare le relazioni pubbliche, le attività pubblicitarie e di marketing, mettere in contatto gli attori nazionali e internazionali e promuovere il trasferimento di conoscenze tra i vari parchi e i progetti di parco.

Maggiori informazioni nel sito internet della Rete dei parchi svizzeri:  www.paerke.ch